MTB-Trail Sovere Bergamo

Höhenprofil (353 m bis 1.481 m)

Höhendifferenz

1.128 m

Gesamtanstieg

1.419 m

Gesamtabstieg

1.420 m

GPSies-Index 12,78 ClimbByBike-Index 83,68 Fiets-Index 4,48


Über diese Strecke

Qualität der Strecke
Länge
31,81 km
Geo-Koordinaten
3583
Angezeigt
190 mal
Herunter geladen
17 mal

Bewertungen

Landschaft
(0)
Anspruch / Kondition
(0)
Technik
(0)
Spaßfaktor
(0)
Strecken-Beschreibung
(0)
Rundkurs

31,81 km

Aktivität, geeignet für

Download als
Entfernung mit Geländesteigung
Strecke melden
Keine Reduzierung, alle Punkte werden ausgeliefert (Anzahl der Punkte: 3583)
  • oder

 

Strecke glätten
Beschreibung der Strecke

Pizzo Formico e Malga Lunga – 23/11/2014

Percorso flow country ad anello con partenza ed arrivo a Sovere (Val Borlezza).

Distanza: 31,8 Km

Ascesa: mt 1.428

Quota minima: mt 366

Quota massima: mt 1.481

Tempo circa 7 ore (soste incluse)

Difficoltà: BC++ / OC nella parte finale della discesa.

Terreno: asfalto, sterrati,   mulattiere, sentieri, rocce.

Ciclabilità: 93% (7% a spinta).

Traccia registrata con dispositivo Garmin Dakota 20

 

Finalità del giro è la risalita della Val Borlezza fino a Clusone, la salita del versante nord del complesso montuoso formato dal Monte Tagliate e dal Monte San Lucio   fino all’omonimo Rifugio San Lucio,   la prosecuzione della salita alla sella della Capanna Ilaria e la continuazione fino al Rifugio Malga Lunga attraversando i pascoli della Montagnina e di Campo d’Avene. Infine la discesa lungo il versante settentrionale nella Corna Lunga per tornare a Sovere   e chiudere l’anello.

Percorso

Punto di ritrovo in Sovere, Piazza Senatore Silvestri dove si trova comodo ed ampio parcheggio auto.  

Il giro prende avvio risalendo in asfalto il versante meridionale della Val Borlezza, lungo Via Madonna della Torre in direzione dell’omonimo Santuario eretto nel 1605 sui resti di un’antica torre militare distrutta nel corso delle battagli tra Guelfi e Ghibellini che portarono tra l’altro alla totale distruzione di Sovere nel 1365 e nel 1393. Appena sotto il Santuario si abbandona l’asfalto per percorrere una strada pastorale in direzione della località Barcolo dove la strada prende il nome di Via Faccanoni proseguendo la quale si giunge nell’abitato di Cerete Basso, fin sulla SP53 dove si riprende l’asfalto in direzione di Clusone.

Al termine della salita, in località Vogno di Clusone troviamo il Laghetto Isola Felice dal quale prende avvio una ciclabile sterrata in direzione dell’Eliporto e del Centro Soccorso Alpino e Speleologico Lombardo; percorrendo la ciclabile si attraversano i prati  di Valeda e Frere che caratterizzano il tipico paesaggio dell’altopiano di Clusone, fino a giungere al Ristorante Pizzeria La Fontanella dove si svolta a sinistra in Via San Lucio.

La salita al Rifugio San Lucio è lunga circa 4,3 Km con una pendenza media dell’11%. Il primo tratto di circa 1 Km è in asfalto, dopodiché diviene una sterrata di elevata ampiezza, ben tenuta e da percorrere con attenzione per il transito di autoveicoli. La salita si snoda dapprima sul versante nord del Monte Beur per salire lungo il versante del Monte San Lucio  dove alla quota di mt. 1027 si raggiunge l’omonimo Rifugio dal quale si gode una splendida vista sulla piana di Clusone, sulla Presonala e su tutte le cime dell’Alta Valle Seriana.  La località di San Lucio prende il suo nome dal Santo protettore dei mandriani, che in segno di devozione costruirono una cappella, trasformata in una chiesa nel Seicento e ampliata nel 1800, dove si conservano numerosi ex voto, tra cui una stupenda pala di Domenico Carpinoni.

Dal retro della chiesetta parte un sentiero che prosegue nella risalita del versante montuoso per altri 1.300 mt con una pendenza media del 9% ed un fondo sconnesso ma tutto pedalabile.

Raggiungiamo la località Pianone dove troviamo una bella malga e dove incrociamo il sentiero CAI508 che ci condurrà alla Capanna Ilaria.

Al termine della malga, il CAI508 inizia ad inerpicarsi sulla parete nord del Pizzo Formico. Ci aspettano 2,6 Km duri e poco pedalabili, con pendenze ben oltre il 20% su  fondo molto sconnesso di pietre rotolanti e la presenza di ripetuti ostacoli rocciosi. Per la maggior parte di questo tratto si dovrà spingere la MTB  ed in alcuni  punti si renderà necessario anche portare la bici a spallaccio. Al termine della salita si raggiunge il crinale del Pizzo Formico e la località nota come Capanna Ilaria che si affaccia sulla Piana della Montagnina e l’Alpe Guazza: in lontananza si può vedere chiaramente il Rifugio Parafulmine.

Si prosegue a sinistra in direzione sud-est percorrendo in discesa il costone meridionale della Montagnina mantenendo il segnavia CAI508 lungo un single track caratterizzato da alcuni passaggi tecnici ed esposti in direzione della Baita Montagnina. Il single track termina incrociando il CAI545, comodo sentiero sterrato che   assume i caratteri di una jeeppabile, che sale ancora leggermente verso la Tribulina dei Morti della Montagnina a fianco della quale si trova una pozza d’acqua. Questo è il punto di maggiore elevazione del giro, alla quota di 1.481 mt. Dopo di esso ci attende solo la lunga e meritata discesa.

Proseguiamo lungo il CAI545 costeggiando il dolce pendio del Monte Fogarolo sulla nostra sinistra. Il sentiero si fa scorrevole e divertente: a tutta velocità attraversiamo i prati erbosi del Campo d’Avene, giocando con piccoli saltelli e gustando la bellezze dei luoghi. In pochi istanti raggiungiamo la carreggiabile che sale dalla Val Gandino che prende l’identificativo di CAI547. Svoltiamo a sinistra aggirando il Monte di Sovere e seguiamo la strada che sempre in piano ci conduce velocemente alla Malga Lunga, struttura ricettiva alla quota di mt. 1.235.   La Malga Lunga (o Malgalonga) fu una delle più importanti roccaforti partigiane durante la Seconda Guerra Mondiale, sede della 53^ Brigata Garibaldi e teatro di sanguinosi scontri. Nel 1979 la struttura fu acquistata dal Comune di Sovere con lo scopo di destinarla a Museo-Rifugio in ricordo degli episodi verificatesi nella zona nel corso della Resistenza e dei caduti noti come i  “13 Martiri di Lovere”.

Terminata una meritata pausa ristoratrice per recuperare le forze, ci si prepara per la lunga discesa indossando le protezioni, stringendo bene il casco e settando le MTB in modo appropriato.

La discesa prende avvio dal pendio erboso esattamente sotto il rifugio, sul lato est, in direzione del fondo valle di Sovere, tra i versanti della Corna Lunga a sinistra e della Croce del Grione  a destra. Il fondo è a tratti erboso ed a tratti sconnesso ma sostanzialmente duro e scorrevole. Inizialmente il percorso non è identificato con un sentiero dotato di segnavia ma è sufficiente mantenersi al centro dell’avvallamento per giungere dopo circa 1.400 mt ad un  sentiero contraddistinto dal segnavia CAI563 per imboccare il quale dovremo porre molta attenzione a svoltare a sinistra mantenendo l’allineamento con una valletta formata da un piccolo corso d’acqua. Il tracciato diventa un single track molto impegnativo, con fondo molto smosso e passaggi tecnici che richiedono molta attenzione per le forti pendenze e gli ostacoli rocciosi.  

Alla quota di 860 mt il sentiero CAI563 attraversa il corso d’acqua con un piccolo guado che si riattraversa nuovamente circa 600 mt più avanti riportandoci nuovamente sulla sponda sinistra del ruscello. Inizia ora la parte più difficile della nostra discesa. Il percorso si sviluppa quasi nell’alveo del ruscello, su un fondo molto umido e scivoloso, caratterizzato da grosse formazioni rocciose a volte smosse, il cui superamento richiede un’elevata tecnica trialistica.  Il sentiero CAI563 termina presso il Santuario Madonna della Torre, dal quale si guadagna la strada asfalta che avevamo percorso ad inizio giro percorrendola in senso contrario verso l’abitato di Sovere.  Seguendo la viabilità ordinaria raggiungiamo comodamente il piazzale del mercato dove troviamo le nostre auto chiudendo il giro.

Mehr Eigenschaften
bergig  GPS erfasst  fest  weich  steinig  ausgewaschen  Querfeldein  Pfad / Fußweg  Singletrail 

Es sind noch keine Kommentare vorhanden.

Melde dich an, um einen neuen Kommentar zu schreiben

Koordinaten des Startpunktes

N 45°49.284' E 10°01.355'
N 45°49'17.051" E 10°1'21.309"
N +45.8214032 E +10.0225860

Koordinaten des Endpunktes

N 45°49.280' E 10°01.354'
N 45°49'16.822" E 10°1'21.275"
N +45.8213397 E +10.0225765

Weitere Infos unter: Link zu uns

Falls du von deiner Webseite auf diese Strecke verlinken oder als iFrame einbetten möchtest, dann kopiere einfach folgenden Codeschnippsel und binde ihn an einer beliebigen Stelle in deinem Quellcode ein:

kopieren
kopieren
kopieren
kopieren
  • QR Code - Track To Go
    QR Code
  • QR-Codes sind zweidimensionale Barcodes, die jedes Gerät interpretieren kann, auf dem eine QR-Code-Software installiert ist. Lade dir die URL dieser Strecke einfach auf dein Smartphone herunter (erfordert QR Code Software auf deinem Smartphone).