Mountainbike Tour Monselice Padova

Höhenprofil (1 m bis 350 m)

Höhendifferenz

349 m

Gesamtanstieg

1.052 m

Gesamtabstieg

1.048 m

GPSies-Index 8,17 ClimbByBike-Index 42,44 Fiets-Index 0,33


Über diese Strecke

Qualität der Strecke
Länge
37,30 km
Geo-Koordinaten
6187
Angezeigt
737 mal
Herunter geladen
43 mal

Bewertungen

Landschaft
(1)
Anspruch / Kondition
(1)
Technik
(1)
Spaßfaktor
(1)
Strecken-Beschreibung
(1)
Rundkurs

37,30 km

Aktivität, geeignet für

Download als
Entfernung mit Geländesteigung
Strecke melden
Keine Reduzierung, alle Punkte werden ausgeliefert (Anzahl der Punkte: 6187)
  • oder

 

Strecke glätten
Beschreibung der Strecke

Il giro inizia da Monselice nei pressi della stazione ferroviaria.

Percorrere via Pignara per dirigersi verso il Lago delle Rose e quindi in direzione Baone su via Arzer del Vescovo.

Al curvone girare a dx in via Comezzare e quindi imboccare a sx il sentiero che sale verso il Cecilia passando a fianco dell’Azienda Agricola il Filò delle Vigne.

Superata l’azienda salire ancora per circa 300m per poi imboccare dopo un tratto accidentato, il sentiero che sale a sx e conduce alla sommità del M.Cecilia.

Il sentiero si inerpica molto ripido fino ai ruderi del castello del Cecilia poi scende dolcemente portando nella radura del Vegro del M.Cecilia in direzione Sassonegro.

Qui la traccia GPS porta su un single track bello ma poco frequentato e per questo difficile da individuare quindi chi non possedesse il GPS può benissimo continuare verso il Sassonegro seguendo la sterrata principale.

Attraversare la strada sul Sassonegro e continuare per alcuni metri in salita su via Pajone.

Poi svoltare sul single track che parte a sx e dopo un tratto ripido corre parallelo a via Pajone per poi scendere ripido verso via Amolaro nei pressi di Valle S.Giorgio.

Al termine della discesa tenere sempre la destra su un sentiero ben marcato che sale lievemente passando a fianco ad un rudere e costeggiando delle coltivazioni.

La salita poi diventa ripida con fondo di scaglia rossa e tenendo sempre la traccia più larga e marcata conduce, dopo un paio di tornanti, ad una biforcazione su di un piccolo pianoro.

Girare a dx e mantenersi sulla traccia principale puntando ad un rudere di una fattoria che si può scorgere in lontananza. Essendo l’unica costruzione presente sulla collina coltivata.

La strada erbosa passa a fianco del rudere e diventa poi un single track che corre seguendo il perimetro di un campo coltivato per poi svoltare su una radura che torna a correre parallela a via Pajone.

Dopo una brevissima e ripidissima rampa, alla biforcazione proseguire a sx in leggera discesa fino a giungere in via Muro proseguire a dx su sterrato ripido fino a giungere sul Pianoro di Arquà.

Proseguire a sx verso la trattoria da Oci, scegliendo le sterrate che consentono di evitare la carrozzabile asfaltata.

Cento metri prima della trattoria svoltare a dx in discesa sul sentiero dei Trenta.

Tenere sempre la traccia principale fino a giungere, dopo un breve ripido tratto piuttosto dissestato, ad un bivio a T.

Girare a sx e mantenere la traccia principale per circa 200m fino ad una biforcazione dove si deve continuare in discesa a sx.

L’ho denominato il sentiero dei cinghiali (in realtà è il sentiero del M.delle Grotte), praticamente devastato, arato e dissestato dall’operato di quei maialoni selvaggtici.

Al successivo bivio continuare in discesa a sx fino a giungere all’asfalto di via Capitelli e subito dopo via Cingolina a Galzignano.

Proseguire a sx in lieve salita e passare davanti il bar Santi, quindi dopo circa 200m girare a dx su una stradina cementata che presto diventa una sterrata e si inerpica ripida in mezzo a dei terrazzamenti coltivati a vigneto.

Il sentiero continua ripidissimo con alcuni tornanti arrivando ad un bivio proprio dove finisce la salita.

Proseguire in discesa a sx e continuare sul sentiero principale che porta a superare un guado e dopo alcune curve sbocca sull’asfalto di via Raccola.

La strada scende ripida e in prossimità di un curvone a novanta gradi verso destra abbandonare l’asfalto per continuare sulla salita cementata di via dell’Eremo.

Dopo alcuni tornanti ripidi inizia un tratto di sterrato sempre molto ripido che conduce ad un bivio, dove bisogna proseguire a sx sempre in salita.

Qui inizia l’infernale tratto sterrato di via dell’Eremo che conduce sul M.Rua.

E’ un sentiero ripidissimo ma 100% ciclabile se si ha la gamba buona; è sempre al limite dell’aderenza e dopo una serie di tornanti sbuca sulla strada principale del M.Rua.

All’asfalto proseguire a sx in salita fino ad arrivare al cancello dell’Eremo Camaldolese, prima del quale si deve proseguire a sx sullo sterrato del anello del Rua.

Dopo aver scollinato inizia la lieve discesa e percorsi circa cento metri girare a sx su un single track poco visibile in discesa con fondo inizialmente pietroso e poi ben compatto.

Dopo il primo breve tratto di discesa inizia il falsopiano che conduce all’asfalto di Via Roccolo dove bisogna proseguire a sx passando davanti alla chiesetta del Venda per proseguire in discesa fino al Passo Roverello.

Attraversare la strada e continuare in salita su via Roverello per passare poi davanti alla trattoria dalla Teresa e alla Trattoria da Oci e quindi ripercorrere al contrario un tratto di strada già percorso all’andata.

Una piccola variazione si può fare seguendo la traccia GPS e dirigendosi sui divertenti e veloci single tracks verso il M.Orbieso per poi sbucare fuori nuovamente sul pianoro di Arquà.

Appena passato il piazzale del Pianoro scendere a dx sulla sterrata di via Pajone.

Percorsi circa 400m di discesa, quando si esce dalla vegetazione bisogna girare a sx in mezzo ai vigneti sulla carrareccia principale che con un falsopiano porta a raggiungere l’asfalto di via Scalette.

Dopo circa 20m girare a gomito verso dx in discesa su via Marlunghe.

Abbandonare l’asfalto dopo circa 200m girando sul sentiero a sx delimitato da una sbarra.

Si percorrono i famosi tornantini di Arquà (o sentiero atestino) che conducono dopo una sbarra a via Valleselle

Proseguire a sx in salita e quando si giunge sull’asfalto proseguire in salita sulla strada principale che diventa in porfido e passa a fianco della Casa del Petrarca per giungere poi sulla piazzetta alta di Arquà.

 

Attraversare la strada e proseguire per circa 50m in discesa quindi girare subito su via che in leggera salita porta alla Spada Nella Roccia.

Da li scendere sul single track che inizia subito a sinistra e conduce sull’asfalto via dei Carraresi.

In discesa si raggiunge poi via degli Ulivi dove proseguendo a sx per poche centinaia di metri in lieve salita si raggiunge l’incrocio con la sterrata del M.Calbarina.

Girare a dx prendendo la sterrata che prima in falsopiano e poi in discesa conduce nei pressi del ristorante La Costa.

Da qui su asfalto, seguendo la segnaletica stradale e facile tornare a Monselice al punto di partenza di questo itinerario vario, impegnativo ma divertente.

Weitere Infos unter
Mehr Eigenschaften
hügelig  einsam, ruhig  GPS erfasst  weich  rau  steinig  Querfeldein  Pfad / Fußweg  Singletrail 

Es sind noch keine Kommentare vorhanden.

Melde dich an, um einen neuen Kommentar zu schreiben

Koordinaten des Startpunktes

N 45°14.689' E 11°44.797'
N 45°14'41.377" E 11°44'47.824"
N +45.2448270 E +11.7466180

Koordinaten des Endpunktes

N 45°14.699' E 11°44.806'
N 45°14'41.964" E 11°44'48.382"
N +45.2449900 E +11.7467730

Weitere Infos unter: Link zu uns

Falls du von deiner Webseite auf diese Strecke verlinken oder als iFrame einbetten möchtest, dann kopiere einfach folgenden Codeschnippsel und binde ihn an einer beliebigen Stelle in deinem Quellcode ein:

kopieren
kopieren
kopieren
kopieren
  • QR Code - Track To Go
    QR Code
  • QR-Codes sind zweidimensionale Barcodes, die jedes Gerät interpretieren kann, auf dem eine QR-Code-Software installiert ist. Lade dir die URL dieser Strecke einfach auf dein Smartphone herunter (erfordert QR Code Software auf deinem Smartphone).