Mountainbike Tour Alleghe Belluno

Höhenprofil (1.027 m bis 2.416 m)

Höhendifferenz

1.389 m

Gesamtanstieg

1.861 m

Gesamtabstieg

2.699 m

GPSies-Index 15,5 ClimbByBike-Index 109,94 Fiets-Index 4,79


Über diese Strecke

Qualität der Strecke
Länge
57,13 km
Geo-Koordinaten
21302
Angezeigt
670 mal
Herunter geladen
70 mal

Bewertungen

Landschaft
(1)
Anspruch / Kondition
(3)
Technik
(1)
Spaßfaktor
(1)
Strecken-Beschreibung
(1)
Einweg-Strecke

57,13 km

Aktivität, geeignet für

Download als
Entfernung mit Geländesteigung
Strecke melden
Keine Reduzierung, alle Punkte werden ausgeliefert (Anzahl der Punkte: 21302)
  • oder

 

Strecke glätten
Beschreibung der Strecke

Percorso impegnativo tecnicamente e fisicamente. Dal punto di vista paesaggistico ….eccezionale. 
Con partenza da Col dei Baldi (preso gli impianti di risalita da Alleghe), si scende verso Malga Vescovà, quindi Forcella Staulanza.  
Si scende su asfalto fino al tornante con indicazioni per il Rifugio Città di Fiume. Per strada ben battuta si arriva in pochi minuti al rifugio. Dai pressi del rifugio si prende il sentiero 467. Per i primi  3-400 metri ci sarà da scendere spesso e spingere la bicicletta, poi le pendenze si addolciscono e il sentiero diventa molto bello e divertente. Dopo circa 1,3 km dalla Malga arriviamo alla prima forcella, forcella della Puina, da dove si gode un bellissimo panorama sui monti sx Boite (Sorapìss, Antelao, Marmarole) e parte della sottostante vallata.
Si prosegue, scendendo di tanto in tanto dalla bici, passando Forcella Roan e Forcella Col de Roan, fino a Malga Prendera. Anche qui il panorama è molto bello. Pascoli di alta montagna dominati dal Becco di Mezzodì e la Rocchetta di Prendera. Dalla Malga comincia un tratto di circa 600 metri dove bisogna mettere la bici in spalla e camminare fino alla forcella Col Duro (le toponomastiche hanno sempre un senso…). Dalla Forcella si apre un panorama grandioso. Abbiamo davanti i Lastroni de Formin e la Croda da Lago. Il sentiero è ben evidente e ci porta, prevalentemente in discesa, fino a Forcella Ambrizzola da cui si vede una bellissima vista sulla conca Ampezzana con davanti il Cristallo (e dietro le 3 cime di Lavaredo), la Croda Rossa, il Col del Beco, ecc, ecc.
Si scende per evidente e facile sentiero fino al Rifugio Croda da Lago. Qui ci sono varie opzioni per raggiungere la statale che sale da Cortina verso il passo Giau. Viste le piogge della notte precedente che avranno reso viscido il terreno, optiamo per la meno impegnativa tecnicamente. Scendiamo per la strada percorsa che al Rifugio fino a quota 1.500. Qui, in prossimità di un tornante a destra dopo Pian del Legname (non ci sono cartelli ma le numerose cataste di legna confermano il punto) prendiamo una strada segnalata sulla sx. La strada rimane sempre in quota con numerosi e divertenti saliscendi fino a sbucare sulla statale del Passo Giau in località Peziè de Parù (q.1508). Si sale la strada asfaltata fino a quota 1660 dove si prende una evidente strada forestale sulla destra. Dopo circa 400 metri la strada è interrotta da una frana. Bisogna mettere la bici in spalla e seguire le tracce di sentiero che ci portano agevolmente oltre la zona franosa. Si riprende la strada che dopo poco si congiunge alla strada asfaltata che porta, sempre con pendenze di tutto rispetto, fino al Rifugio 5 Torri. Dal Rifugio 5 Torri la strada diventa sterrata e, con alcuni durissimi strappi dal fondo irregolare, ci porta fino in prossimità del Rifugio Scoiattoli.
Cosa dire. Panorama Grandioso su Tofane, 5 Torri, Cristallo, Lagazuoi, Cime di Fanes, Averau, Nuvolau, ecc.
Ultime fatiche. Dal Rifugio Scoiattoli di parte in salita sulla pista da sci verso il Rifugio Averau. A parte un paio di Rampe molto dure, si fa bene o male in sella, nonostante il fondo ghiaioso non aiuti. Dopo 1,2 km siamo a Forcella Averau nei pressi del Rifugio Averau (q.2416). Dal rifugio Averau si scende per circa 150 metri (attenzione!! Primi 50 metri ripidissimi!!) poi si gira a dx sul sentiero 441 (indicazione Transalp). I primi metri sono da fare con la bici in spalla. Poi, a parte alcuni brevi tratti con sassi smossi, si corre su un bel single track prima su ghiaione, poi su zona con numerosi massi e infine su bellissimi prati. Il percorso continua non ben segnalato su mulattiera. Ad un bivio che indurrebbe a tenere a sx, tenere la dx. Si scende, con tratti anche molto ripidi, fino a giungere alla statale del Passo Falzarego. Tenere la dx in salita e poco dopo prendere a sx in direzione Castello di Andraz. Dal castello parte un divertente sentiero che ci porta in discesa fino a riprendere la statle del Falzarego. Da qui in discesa su asfalto fino ad Alleghe. 

Mehr Eigenschaften
bergig  fest  steinig  ausgewaschen  Querfeldein  Pfad / Fußweg  Singletrail 

Es sind noch keine Kommentare vorhanden.

Melde dich an, um einen neuen Kommentar zu schreiben

Koordinaten des Startpunktes

N 46°24.917' E 12°04.111'
N 46°24'55.039" E 12°4'06.689"
N +46.4152887 E +12.0685249

Koordinaten des Endpunktes

N 46°24.357' E 12°01.436'
N 46°24'21.469" E 12°1'26.168"
N +46.4059637 E +12.0239358

Weitere Infos unter: Link zu uns

Falls du von deiner Webseite auf diese Strecke verlinken oder als iFrame einbetten möchtest, dann kopiere einfach folgenden Codeschnippsel und binde ihn an einer beliebigen Stelle in deinem Quellcode ein:

kopieren
kopieren
kopieren
kopieren
  • QR Code - Track To Go
    QR Code
  • QR-Codes sind zweidimensionale Barcodes, die jedes Gerät interpretieren kann, auf dem eine QR-Code-Software installiert ist. Lade dir die URL dieser Strecke einfach auf dein Smartphone herunter (erfordert QR Code Software auf deinem Smartphone).