Wanderung Pianello Pesaro E Urbino

Höhenprofil (583 m bis 1.695 m)

Höhendifferenz

1.112 m

Gesamtanstieg

1.301 m

Gesamtabstieg

1.298 m

GPSies-Index 17,96


Über diese Strecke

Qualität der Strecke
Länge
14,98 km
Geo-Koordinaten
289
Wegepunkte
4
Angezeigt
2 mal
Herunter geladen
0 mal

Bewertungen

Landschaft
(0)
Anspruch / Kondition
(0)
Technik
(0)
Spaßfaktor
(0)
Strecken-Beschreibung
(0)
Rundkurs

14,98 km

Aktivität, geeignet für

Download als
Entfernung mit Geländesteigung
Strecke melden
Keine Reduzierung, alle Punkte werden ausgeliefert (Anzahl der Punkte: 289)
  • oder

 

Strecke glätten
Beschreibung der Strecke

REGIONE: MARCHE - TREKKING

Giro piuttosto lungo e impegnativo che permette di ammirare il panorama dalla vetta del monte Catria 1701m, salendo per un sentiero meno conosciuto ma molto caratteristico, raggiunta la vetta si scende per il sentiero dei carbonai.

Partenza dal parcheggio dell'impianto di risalita in localita' Caprile di Frontone, circa 500m di quota, siamo dentro una gola, il sole nel periodo invernale, praticamente non arriva mai.

Lasciata l'auto, ci si incammina in salita e alla fine del parcheggio si tira dritto, su una sterrata con segni bianco rossi, ignorare la strada bianca che invece volta a destra sopra un ponticello e che e' usata come pista da discesa nei rari casi in cui la neve giunga a quote cosi' basse.

La stradina e' un po' chiusa dai rovi, ma si passa tranquillamente, e' subito salita, dopo appena 10 minuti si nota un bivio sulla sinistra, con frecce CAI indicanti Fonte Avellana (sentiero Frassati), sara' il sentiero di ritorno.

Si prosegue ancora sulla stradina principale, che ben presto diventa una piccola forra, si sale sul letto di un fosso, che vede acqua molto di rado, subito dopo, il sentiero si allarga di nuovo, torna il bosco, si continua a salire alternando tratti di sentiero, a passaggi su sassi, si giunge ad un antro, chiamato Grotta dei Ciambotti dopo il quale si arriva alle Balze della Porta, dove per brevi e facili tratti occorre aiutarsi con le mani (passaggi di 1° grado).

Si arriva ad un paio di punti rocciosi panoramici, esposti solo se ci si avvicina troppo al bordo, davanti a noi, in basso, un infinita' di canali rocciosi su pareti ripidissime: le Balze della Porta.

Da qui in poi, il sentiero torna ad essere "normale", in mezzo al bosco di faggi e sempre in salita, ben segnato anche se in caso di nebbia si potrebbero avere problemi, permette di giungere ai 1370m circa della strada asfaltata che passa in quota.

Traversata la strada si prosegue su prato, si superano i pali di quelli che dovevano essere generatori eolici per arrivare al valico della strada che sale da Chiaserna, dove si volta a destra su prato, siamo sull'anello dell'Acuto, lo percorriamo in discesa fino alla Capanna dei Porci 1286m, sempre chiusa.

Superata la capanna, proseguiamo a sinistra fino a ritrovare l'asfalto che sale da Chiaserna, ne percorriamo un pezzetto in salita di circa 200m, per poi voltare a destra al primo tornante, nel bosco Sodi Sodello, che ci permettera' di giungere all'attacco della cresta ovest, sentiero 254 che sale da Malecchie (Chiaserna).

Imboccata la cresta, giungiamo alla vetta del Catria superando gli ultimi 300m circa di dislivello.

Noi abbiamo trovato una visibilita' eccezionale, monte Falterona, monte Amiata, Subasio, Sibillini, monti Gemelli e lontanissimi, forse i monti del Pnalm (Molise).

Dalla vetta, scendiamo su prato, evitando il sentiero un po' sconnesso che scende direttamente al rifugio Vernosa, passando invece sulla strada bianca che arriva fin quasi sotto la vetta, per abbandonarla al primo tornante che troviamo, a favore di un sentierino sulla sinistra, questo ci permette di arrivare al rifugio Vernosa (chiuso anche questo) traversando a mezza costa il versante nord est del Catria.

Dal rifugio proseguiamo su prato fino a tornare sulla strada bianca che traversata in corrispondenza dei segni bianco rossi, ci permette di imboccare il sentiero dei carbonai (254).

Questo, se percorso interamente, scende a Fonte Avellana, noi lo lasceremo a favore del 250 Sentiero Frassati che con brevi saliscendi, poi piu' scendi che sali, ci riporta al parcheggio di Caprile.

15km, 1300m di dislivello in 7 ore comprese le soste, niente acqua lungo il percorso, tranne forse al rifugio della Vernosa, dove la usano per il bestiame, il sentiero Flo', credo andrebbe evitato in estate, troppo caldo e troppo fitta la vegetazione che potrebbe non far vedere bene in segni.

Mehr Eigenschaften
bergig  einsam, ruhig  GPS erfasst  Pfad / Fußweg  Singletrail  Schotterweg / Sandweg 

Es sind noch keine Kommentare vorhanden.

Melde dich an, um einen neuen Kommentar zu schreiben

Koordinaten des Startpunktes

N 43°28.926' E 12°42.771'
N 43°28'55.599" E 12°42'46.299"
N +43.4821110 E +12.7128609

Koordinaten des Endpunktes

N 43°28.928' E 12°42.797'
N 43°28'55.704" E 12°42'47.854"
N +43.4821402 E +12.7132930

Weitere Infos unter: Link zu uns

Falls du von deiner Webseite auf diese Strecke verlinken oder als iFrame einbetten möchtest, dann kopiere einfach folgenden Codeschnippsel und binde ihn an einer beliebigen Stelle in deinem Quellcode ein:

kopieren
kopieren
kopieren
  • QR Code - Track To Go
    QR Code
  • QR-Codes sind zweidimensionale Barcodes, die jedes Gerät interpretieren kann, auf dem eine QR-Code-Software installiert ist. Lade dir die URL dieser Strecke einfach auf dein Smartphone herunter (erfordert QR Code Software auf deinem Smartphone).