MTB-Trail Scano Al Brembo Bergamo

Höhenprofil (338 m bis 1.390 m)

Höhendifferenz

1.052 m

Gesamtanstieg

1.194 m

Gesamtabstieg

1.201 m

GPSies-Index 12,34 ClimbByBike-Index 86,36 Fiets-Index 5,5


Über diese Strecke

Qualität der Strecke
Länge
21,67 km
Geo-Koordinaten
2033
Angezeigt
156 mal
Herunter geladen
9 mal

Bewertungen

Landschaft
(0)
Anspruch / Kondition
(0)
Technik
(0)
Spaßfaktor
(0)
Strecken-Beschreibung
(0)
Rundkurs

21,67 km

Aktivität, geeignet für

Download als
Entfernung mit Geländesteigung
Strecke melden
Keine Reduzierung, alle Punkte werden ausgeliefert (Anzahl der Punkte: 2033)
  • oder

 

Strecke glätten
Beschreibung der Strecke

Monte Linzone Croce da Colle Pedrino – 08/12/2014

Percorso ad anello con partenza ed arrivo a Palazzago (BG).

Distanza: 21,7 Km

Ascesa: mt 1.198

Quota minima: mt 338

Quota massima: mt 1.394

Tempo circa 4 ore

Difficoltà: BC / BC+

Terreno: asfalto, sterrati,   mulattiere, sentieri, rocce.

Ciclabilità: 100%.

Traccia registrata con dispositivo Garmin Dakota 20

 

 

Finalità del giro è un saliscendi lungo il versante sud dell’Albenza con salita alla vetta del Monte Linzone lungo la diretta di Colle Pedrino e la cava Italcementi e discesa hard trail a picco per il costone del Monte Piacca e la Valle della Malanotte.

 

Percorso

La partenza del giro è fissata al parcheggio del cimitero di Palazzago, sulla Via Longoni. Si inizia a pedalare risalendo in asfalto la Via Annunciata in direzione della Parrocchiale di Palazzago intitolata a San Giovanni Battista. La strada sale dolcemente e dopo circa 3 Km si raggiunge la frazione di Burligo, piccolo centro di origini longobarde, dal quale inizia qui la salita più impegnativa che in 4,5 Km   di asfalto ci conduce a Colle Pedrino attraversando la fredda Valle della Malanotte con una pendenza media del 11% e tratti tra il 15% ed il 20%. La strada asfaltata termina alla sbarra che delimita l’inizio della Cava Italcementi. Superando   la sbarra (solo nei giorni festivi con attività estrattiva ferma) la strada diventa una sterrata ben tenuta che risale la cava attraversandola in direzione dell’abitato di   Valcava. Dopo meno di 2 Km la strada torna in asfalto superando una seconda sbarra che delimita l’accesso alla cava dal lato superiore. La strada prosegue salendo a tornanti oltre la sommità della Corna Massaia dove lasciamo la carreggiabile sterrata per inoltrarci a destra per una ripida mulattiera in direzione della vetta con fondo duro e talvolta roccioso. La mulattiera diviene in alcuni tratti un sentiero che sale a tornanti verso il crinale della montagna. Tenendo sempre la sinistra ed attraversando una caratteristica faggeta, raggiungiamo il sentiero CAI571 che si snoda sullo spartiacque della montagna e che ci conduce fino alla croce del Monte Linzone a quota 1.394 mt.   Abbiamo percorso una salita di 12,6 Km con una pendenza media del 8,3%.   Dalla vetta si gode si una vista straordinaria sulla pianura padana e sull’arco alpino.

La discesa prende avvio direttamente lungo il prato erboso a sud della croce del Linzone, senza seguire un sentiero per delineato, facendo attenzione di   tenere il lato sinistro per intercettare il sentiero (privo di segnavia) che scendendo dal Santuario della Sacra Famiglia di Nazareth, si dirige verso la sella del Colle d’Albenza e la sommità del Monte Piacca. Questo primo tratto di discesa presenta alcune difficoltà rappresentate dalla forte pendenza del tratto erboso e dalla sua elevata esposizione almeno fino alla Stalla del Pasqualì dove inizia un single track con passaggi hard trail ed ostacoli rocciosi significativi che richiedono buone tecniche di guida.

Dalla sommità del Monte Piacca parte un single track molto ripido che scende a picco sul versante sud con pendenze che superano il 60%. Il fondo è abbastanza duro e richiede la tecnica della derapata per superare i punti più impervi. Se il fondo è bagnato o molto umido la discesa può diventare molto problematica. Alla quota di 800 mt il sentiero devia decisamente a destra verso ovest in direzione della località “Spino di là” che si raggiunge costeggiando il fianco del monte. Preseguendo si entra nella Valle della Malanotte formata dal torrente Bisagno. Il single track ritorna a scendere con forti pendenze divenendo una mulattiera in stato d’abbandono con accumuli di rocce smosse e detriti oltre ad alcuni ostacoli rocciosi che richiedono grande attenzione e precisione di guida. All’interno della Valle, alla quota di 700 mt. raggiungiamo la località di “Spino di qua” che superiamo puntando ad elevata andatura verso il fondo dove terminiamo sulla strada asfaltata che abbiamo percorso in precedenza salendo da Burligo. Per non scendere in asfalto, ripercorriamo un tratto in salita di 800 mt   fino alla località Ciacallo dove prendiamo a sinistra un single track che ci conduce alla Forcella di Burligo. Il sentiero presenta tratti rocciosi particolarmente impegnativi che richiedono ancora la massima concentrazione e tecniche hard trail.   Da qui si raggiunge il parcheggio iniziale sulla viabilità ordinaria ripercorrendo in senso contrario.

Mehr Eigenschaften
bergig  GPS erfasst  fest  rau  glatt  steinig  ausgewaschen  Querfeldein  Pfad / Fußweg  Singletrail  Fahrweg / Wirtschaftsweg  Straße 

Es sind noch keine Kommentare vorhanden.

Melde dich an, um einen neuen Kommentar zu schreiben

Koordinaten des Startpunktes

N 45°44.880' E 9°32.717'
N 45°44'52.847" E 9°32'43.041"
N +45.7480131 E +9.54528920

Koordinaten des Endpunktes

N 45°44.877' E 9°32.721'
N 45°44'52.663" E 9°32'43.293"
N +45.7479622 E +9.54535944

Weitere Infos unter: Link zu uns

Falls du von deiner Webseite auf diese Strecke verlinken oder als iFrame einbetten möchtest, dann kopiere einfach folgenden Codeschnippsel und binde ihn an einer beliebigen Stelle in deinem Quellcode ein:

kopieren
kopieren
kopieren
kopieren
  • QR Code - Track To Go
    QR Code
  • QR-Codes sind zweidimensionale Barcodes, die jedes Gerät interpretieren kann, auf dem eine QR-Code-Software installiert ist. Lade dir die URL dieser Strecke einfach auf dein Smartphone herunter (erfordert QR Code Software auf deinem Smartphone).