Mountainbike Tour San Damiano Macra Cuneo

Höhenprofil (757 m bis 1.940 m)

Höhendifferenz

1.183 m

Gesamtanstieg

1.241 m

Gesamtabstieg

1.236 m

GPSies-Index 11,91 ClimbByBike-Index 95,14 Fiets-Index 5,82


Über diese Strecke

Qualität der Strecke
Länge
28,66 km
Geo-Koordinaten
2414
Angezeigt
178 mal
Herunter geladen
18 mal

Bewertungen

Landschaft
(0)
Anspruch / Kondition
(0)
Technik
(0)
Spaßfaktor
(0)
Strecken-Beschreibung
(0)
Rundkurs

28,66 km

Aktivität, geeignet für

Download als
Entfernung mit Geländesteigung
Strecke melden
Keine Reduzierung, alle Punkte werden ausgeliefert (Anzahl der Punkte: 2414)
  • oder

 

Strecke glätten
Beschreibung der Strecke

Salita in gran parte su asfalto poi su sterrata e su sentiero per raggiungere la cima.

Discesa alterna sentieri nei boschi a strade sterrate.

Lasciato l’auto nella piazza di San Damiano Macra, iniziamo a pedalare sulla strada provinciale SP422 in direzione di Acceglio, percorsi circa trecento metri lasciamo la provinciale per imboccare sulla destra una piccola stradina asfaltata che sale verso l’abitato di Pagliero.

La salita nel primo tratto si presenta subito impegnativa, fortunatamente dopo pochi metri la pendenza va attenuandosi; si continua a pedalare su asfalto trascurando una prima deviazione a destra che porta a borgata Torchetto e in seguito una seconda biforcazione a sinistra che indica la borgata di Fracchie.

Si attraversa il torrente Matale e con pendenza costante si raggiunge Pagliero, senza possibilità di errore proseguiamo dritti superando così il piccolo borgo.

Il manto asfaltato prosegue la sua salita attraversando altri piccoli gruppi di case e costeggiando la chiesa di San Marco sino ad accompagnarti ala borgata di Chesta, qui finisce manto asfaltato ed inizia una bella mulattiera.

Appena entrati nel borgo, sulla sinistra si trova un piccolo lavatoio alimentato da una sorgente che ci permette di rifornirci d’acqua prima di proseguire l’ascesa verso il colle del Birrone.

Seguendo sempre la carrareccia raggiungiamo il colle dove ci concediamo una breve pausa per ammirare lo splendido panorama sulla val Maira, da qui si scorge anche gran parte della salita effettuata sino a lì.

Ripartiamo dalla croce in direzione est percorrendo la militare che porterebbe verso Colle della Ciabra e poi Valmala; il percorso si sviluppa in piano per circa un chilometro e mezzo, dove, nei pressi di una roulotte abbandonata, lasciamo la mulattiera per imboccare sulla sinistra una ripida e sconnessa stradina inerbita.

Visto il fondo difficoltoso scendiamo dalla nostra mountain bike e la spingiamo per alcuni metri; raggiunto il primo tornante si può risalire in sella e riprendere a pedalare, breve tragitto e in prossimità di una rete metallica pieghiamo stretto a destra su un bel sentiero che si sviluppa in falso piano tagliando il pendio erboso.

Giunti in un piccolo avvallamento il sentiero effettua un marcato cambio di pendenza che ci costringe a raggiungere il colle di Melle con la bicicletta a spinta.

Conquistato il colle svoltiamo a destra e seguendo il filo di cresta affrontiamo una breve, ma ripida salita erbosa sino a pervenire ad una piccola sella erbosa denominata Pian Marin, proseguiamo su un sentiero immerso nel verde dei prati che si mantiene sul filo di cresta.

In prossimità della nostra metà ci attende un ultimo tratto con la mountain bike a fianco, il pourtage dura pochi minuti e si raggiunge così la cima del monte Cornet, un bellissimo punto panoramico che offre una splendida veduta della pianura cuneese e alla spalle l’arco della alpi piemontese con al centro il Monviso.

Per la discesa ripercorriamo a ritroso un breve tratto della nostra salita, per poi tagliare per prati sino a scendere ad intercettare una piccola traccia che scende a mezza costa in direzione Sud Sud-Est.

Il single track prosegue immerso nel verde verso sino a raggiungere la dorsale del monte Cornet, qui si piega a destra tuffandoci in discesa verso una malga.

Prima di arrivare alla malga si piega leggermente a destra; attraversiamo la mulattiera che riporterebbe al colle del Birrone e imbocchiamo sul ciglio opposto una pista che divalla in mezzo al prato.

Nella prima parte si segue per circa duecento metri una traccia per pick-up , poi lasciamo questa pista e svoltiamo a destra su un single track che dopo pochi metri si immerge nella vegetazione, alternando brevi tratti ripidi con veloci traversi e strette curve tra gli alberi.

Usciti dalla fitta vegetazione sbuchiamo su una piazzola erbosa da cui parte una bella strada sterrata che scende nel bosco, con dei divertentissimi tornanti scendiamo a valle sino ad arrivare alla chiesetta di San Chiaffredo.

Dalla chiesa proseguiamo verso ovest continuando a percorrere la carrareccia che ci ha accompagnato sino a lì, fiancheggiamo un caratteristico campanile nei pressi della borgata di Grangie e dopo circa un chilometro dalla chiesa abbandoniamo la stradina sterrata e pieghiamo a destra su una larga traccia in leggera salita.

Pochi metri e la traccia curva a sinistra; si restringe a sentiero e si sviluppa tra due muretti a secco, il percorso ci accompagna in mezzo al bosco con dei piacevoli sali e scendi, brevi guadi e scorrevoli tratti costeggiati da muretti sino a sbucare dalla vegetazione nei pressi dell’abitato di Mostiola.

All’ingresso della borgata troviamo sulla nostra destra un vecchio forno con a fianco una piccola fontana, procediamo a destra costeggiando alcune case per poi inoltrarci nuovamente nel bosco per circa trecento metri; al termine del sentiero sbuchiamo su una stradina che prendiamo sempre in direzione ovest.

Percorsi circa duecento metri si nota sulla sinistra la partenza di un sentiero; quindi lasciamo la mulattiera per scendere sul veloce sentiero per altri trecento metri sino a giungere ad un biforcazione.

Svoltiamo a destra in leggera salita per un centinaio di metri poi la traccia inizia nuovamente a divallare nel bosco offrendoci alcuni spettacolari tornanti, la discesa presenta solo due o tre punti veramente impegnativi dove occorre prestare un po’ di attenzione.

Si raggiunge così la borgata di Molineri di Pagliero, attraversiamo il piccolo borgo e appena usciti svoltiamo a destra scendendo su una bella strada sterrata che a tratti presenta un fondo asfaltato.

Un piccolo ponte ci fa attraversa il bedale Matale e subito dopo ci ricongiungiamo alla strada asfaltata che abbiamo percorso in salita.

Da qui seguiamo a ritroso la nostra salita sino a ritornare alla piazza di San Damiano Macra.

Mehr Eigenschaften
bergig  GPS erfasst  weich  Pfad / Fußweg  Straße 

Es sind noch keine Kommentare vorhanden.

Melde dich an, um einen neuen Kommentar zu schreiben

Koordinaten des Startpunktes

N 44°29.28' E 7°15.457'
N 44°29'16.8" E 7°15'27.439"
N +44.4880000 E +7.25762200

Koordinaten des Endpunktes

N 44°29.282' E 7°15.458'
N 44°29'16.947" E 7°15'27.511"
N +44.4880410 E +7.25764200

Weitere Infos unter: Link zu uns

Falls du von deiner Webseite auf diese Strecke verlinken oder als iFrame einbetten möchtest, dann kopiere einfach folgenden Codeschnippsel und binde ihn an einer beliebigen Stelle in deinem Quellcode ein:

kopieren
kopieren
kopieren
kopieren
  • QR Code - Track To Go
    QR Code
  • QR-Codes sind zweidimensionale Barcodes, die jedes Gerät interpretieren kann, auf dem eine QR-Code-Software installiert ist. Lade dir die URL dieser Strecke einfach auf dein Smartphone herunter (erfordert QR Code Software auf deinem Smartphone).