Countrytourfahrt (CTF) Borgoforte Mantova

Höhenprofil (20 m bis 42 m)

Höhendifferenz

23 m

Gesamtanstieg

139 m

Gesamtabstieg

159 m

GPSies-Index 5,64 ClimbByBike-Index 54,66 Fiets-Index 0


Über diese Strecke

Qualität der Strecke
Länge
54,57 km
Geo-Koordinaten
1422
Wegepunkte
10
Angezeigt
334 mal
Herunter geladen
8 mal

Bewertungen

Landschaft
(0)
Anspruch / Kondition
(0)
Technik
(0)
Spaßfaktor
(0)
Strecken-Beschreibung
(0)
Rundkurs

54,57 km

Aktivität, geeignet für

Download als
Entfernung mit Geländesteigung
Strecke melden
Keine Reduzierung, alle Punkte werden ausgeliefert (Anzahl der Punkte: 1422)
  • oder

 

Strecke glätten
Beschreibung der Strecke

Percorso realizzato da Borgoforte sul Po (MN) lungo l’argine del Po (ciclabile sinistra Po) fino alla confluenza fiumi Oglio e Po   e poi lungo la ciclabile sinistra Oglio fino a Gazzuolo . Poco dopo la confluenza dei due fiumi si arriva a Torre d’Oglio dove la presenza di uno degli ultimi ponti di barche esistenti caratterizza il suggestivo paesaggio fluviale.

A causa delle abbondanti piogge il livello dei due fiumi era così alto che l'acqua ha invaso anche i boschi golenali; anche gli accessi al caratteristico ponte di barche sull’Oglio erano sommersi dall’acqua del fiume stesso (vedi foto) ed è quindi diventato inagibile dal 29/04/2013 a seguito di un’Ordinanza della Provincia di Mantova (per info tel. 0376.204214). Attraverso tale ponte si poteva accedere ad un altro percorso ciclabile che passa da San Matteo delle Chiaviche del comune di Viadana, poi per Sabbioneta (PR) fino ad arrivare sul Mar Tirreno (che si può individuare sulle cartografie OSM per mountain bike: openMTBmap).

Quindi proseguendo il mio percorso lungo l’argine sinistro del fiume Oglio sono arrivato a Gazzuolo (MN).

Gazzuolo , racchiude in perfetta armonia testimonianze storiche degli sfarzi gonzagheschi, e un paesaggio rurale incantevole. Le origini di questo paese sono riconducibili all’età etrusca , durante la quale furono realizzate imponenti opere di bonifica. Posseduta dai Longobardi, dai Cavalcabò e dai Canossa, e saccheggiata nel basso Medioevo, Gazzuolo conobbe il suo apice durante il dominio dei Gonzaga. Le tracce degli antichi splendori, sono legati a due nomi in particolare: Gianfrancesco e Antonia del Balzo. Durante il loro dominio, il paese venne fortificato come una rocca e venne costruito un castello a guardia del ponte sull’Oglio. Presto questo diventò dimora del vescovo eletto di Mantova, Lodovico Gonzaga, che attirò in questa piccola corte alcuni tra i più famosi letterati e artisti del tempo, fra i quali Ludovico Ariosto, Torquato Tasso, Matteo Bandello, Baldassarre Castiglione,. Le vie del centro sono percorse da lunghi portici , riconducibili ai primi anni del ‘500, segno inequivocabile della presenza dei signori di Mantova. Con la caduta dei Gonzaga e l’avvento delle truppe imperiali e degli austriaci, vennero abbattute tutte le fortificazioni. Da segnalare , l 'oratorio barocco di San Rocco dei primi del '600, importante per gli arredi pregiati. Sempre di periodo barocco è  la parrocchiale di San Bartolomeo (vedi foto) , del 1687, che presenta un pregevole altare nella cappella maggiore, in marmo nero intarsiato, datato 1750, proveniente dal duomo di Montichiari. L'organo è un Montesanti, completo di cantoria con intagli lignei.

Da Gazzuolo con destinazione Commessaggio sono proseguito su alcune strade comunali secondarie fino poi ad immettermi sulla SS420 per percorrere poco più di un chilometro fino al Cimitero della medesima località.

Commessaggio, è s ituato nella "bassa" mantovana, al confine con la provincia di Cremona, il suo territorio è caratterizzato dalla presenza di numerosi canali d'irrigazione, come il Navarolo, che attraversa l'abitato, segna il confine comunale con Sabbioneta e dal quale si dirama il canale Bogina, che delimita a sua volta il confine comunale con Viadana. Commessaggio, nel corso dei secoli   è stata dominata dai Longobardi e dai Canossa vide nascere nel periodo gonzaghesco opere di grande importanza storica. Sovrasta il centro abitato il " torrazzo ", eretto nel 1583 da Vespasiano Gonzaga , una potente costruzione che si eleva per 28 metri sul piccolo borgo a lato del caratteristico ponte di chiatte sul Navarolo, e all’ingresso della magnifica piazza portonata. Originariamente con funzioni di torre daziaria, in seguito alloggio per il comandante del corpo di guardia e per i suoi soldati, si ipotizza che la torre fosse utilizzata dal duca Vespasiano stesso, durante i soggiorni a Commessaggio. Lo stupendo camino in marmo ed alcuni particolari nella volta dello stanzone situato all'ultimo piano lasciano supporre che fosse un appartamento riservato ad un personaggio molto importante e certamente non destinato alla truppa. All’interno si può ammirare una preziosa scala a chiocciola di marmo. Numerose altre opere si trovano dislocate lungo i magnifici percorsi di queste zone. L’esempio migliore si trova nell’attraversamento sul ponte di barche (vedi foto). L’attuale ponte in chiatte risale al 1976, anno in cui fu demolito il ponte vespasianeo (1583), perché ritenuto pericolante. Fonte di numerosi dissidi tra l’amministrazione commessaggese ed il Commissario Prefettizio di Oltre Ponte, la nuova struttura fu eretta in pochi mesi, facendo pervenire le barche dalla Provincia. I costi dell’opera furono sostenuti dal Comune di Sabbioneta, a causa del mancato accordo col Comune di Commessaggio, più favorevole a un restauro dell’esistente, nonché a un rifacimento del manto stradale, al fine di mantenere (l’ormai perduto) pezzo di storia. Sono rimasti i piloni originari. A seguito di dragaggio il livello del canale si è abbassato.   L’antico ponte è stato inoltre immortalato da alcune riprese cinematografiche nell’anno 1975: il film di Pasolini Salò e le 120 giornate di Sodoma inizia proprio con un inseguimento tra dei soldati fascisti ed un gruppo di ragazzi…fornendo una delle più suggestive vedute del nostro paese.

Sempre a Commessaggio vale la pena di notare l'Orologio della Torre Civica: un antico orologio del XVII secolo col­locato nella piccola torre Civica situata al centro del palazzo Comunale, ancora per­fettamente funzionante grazie all'intervento restauratore del maestro orologiaio Alberto Gorla, avvenuto nel 1985. Un altro gioiello di Commessaggio è costituito dalla   Campana della Torre Civica, attualmente collocata sulla torretta del Palazzo Municipale. E’ l'unica delle molte campane fatte fondere da Vespasiano Gonzaga che non abbia subito rifusione per necessità belliche. La campana, elegantissima, è in bronzo, misura cm. 70 in altezza e ha un diametro alla bocca di 62 cm. L'anno della fusione, il 1583, è lo stesso che vide l'ultimazione della Torre di Commessaggio insieme al ponte sul fiume, come testimoniato dalla lapide posta su uno dei lati della Torre. La coincidenza delle date potrebbe far pensare che la fusione sia avvenuta a celebrazione del completamento della Torre e che la campana, in origine, fosse stata collocata proprio in cima ad essa, sempre con funzione civica, per la chiamata a raccolta. Da notare inoltre a Commessaggio anche la Chiesa Parrocchiale,   inaugurata nel 1804: un maestoso edificio in stile neoclassico. Attualmente è chiusa al culto per problemi statici, a cui l’amministrazione comunale cercherà di rimediare con un intervento di micropalificazione, onde consolidare le fondamenta ora barcollanti perché radicate su materiale torboso.

Nelle foto allegate è possibile ammirare: la Chiesa di Borgoforte, il Ponte Torre Oglio inagibile perchè sommerso dall'acqua del fiume Oglio, il Torazzo di Commessaggio e due foto del ponte su chiatte di Commessaggio.

Bilder / Videos

Bilder zur Strecke

Mehr Eigenschaften
eben  einsam, ruhig  GPS erfasst  historisch  glatt  Fahrweg / Wirtschaftsweg  Fahrradweg / Fahrradstraße  Straße 

Es sind noch keine Kommentare vorhanden.

Melde dich an, um einen neuen Kommentar zu schreiben

Koordinaten des Startpunktes

N 45°02.949' E 10°44.975'
N 45°2'56.944" E 10°44'58.558"
N +45.0491513 E +10.7495995

Koordinaten des Endpunktes

N 45°02.945' E 10°44.970'
N 45°2'56.757" E 10°44'58.255"
N +45.0490992 E +10.7495154

Weitere Infos unter: Link zu uns

Falls du von deiner Webseite auf diese Strecke verlinken oder als iFrame einbetten möchtest, dann kopiere einfach folgenden Codeschnippsel und binde ihn an einer beliebigen Stelle in deinem Quellcode ein:

kopieren
kopieren
kopieren
kopieren
  • QR Code - Track To Go
    QR Code
  • QR-Codes sind zweidimensionale Barcodes, die jedes Gerät interpretieren kann, auf dem eine QR-Code-Software installiert ist. Lade dir die URL dieser Strecke einfach auf dein Smartphone herunter (erfordert QR Code Software auf deinem Smartphone).